Sicurezza: Casini incontra i giovani calabresi a Rosarno

(ANSA) – ROSARNO (REGGIO CALABRIA), 15 OTT – Tanti giovani hanno accolto a Rosarno il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, che ha voluto incontrarli in una delle citta’ simbolo delle contraddizioni della Calabria per parlare di ‘legalita’ e sicurezza: ricostruiamo la Calabria’.

All’interno dell’auditorium dell’istituto superiore Piria sono arrivate delegazioni di giovani del partito scudocrociato provenienti da tutte le province calabresi.

Assieme ai dirigenti giovanili del partito e’ intervenuto anche il collaboratore del Quotidiano della Calabria Ferdinando Piccolo, che nei giorni scorsi ha ricevuto alcune minacce dalla ‘ndrangheta. Piccolo, che fa parte di un gruppo ‘Volontari web per Casini’, ha chiesto al leader del partito interventi per garantire la sicurezza e il futuro delle giovani generazioni in Calabria.

Negli altri interventi e’ stata sottolineata la necessita’ ‘di applicare la legge Lazzati per avere liste valide e inattaccabili. Tenga conto presidente – e’ stato detto – che il prossimo anno si votera’ in molti comuni e in quattro capoluoghi di provincia della regione’.

Al tavolo della presidenza, assieme a Casini, ci sono il vicesegretario nazionale Mario Tassone, il presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico, il senatore Achille Serra, il deputato Roberto Occhiuto e la senatrice Dorina Bianchi.

I lavori sono stati aperti dal delegato regionale dei giovani dell’Udc Giuseppe Ida’.

 

 

 

 










Lascia un commento