Shoah: Casini, legge contro negazionismo non strada migliore

(ANSA) – BOLOGNA, 18 OTT – Il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini non crede che la legge contro il negazionismo sia la strada migliore per combatterlo. Ne ha parlato a Bologna, commentando la proposta del presidente delle Comunita’ ebraiche.’Il negazionismo della Shoah – ha detto Casini – e’ una cosa infame, non ho termini per definire quanto sia inaccettabile, ma credo sia meglio combatterlo con una gigantesca operazione culturale che dimostri che il negazionismo e’ un’aberrazione. La soluzione apparentemente piu’ semplice finisce per avvalorare il negazionismo. In una democrazia liberale non bisogna vietare le idee, ma contrastarle. Portando, ad esempio, tutte le scuole a visitare i campi di sterminio’.










Lascia un commento