Villa Antigua: Casini,importante e’ che non ci siano censure

(ANSA) – BOLOGNA, 18 OTT – ‘Io non ho mai chiesto che Fini riferisse in parlamento sulla casa di Montecarlo, come non lo chiedo per Berlusconi nel caso della Villa di Antigua: l’importante e’ che la libera stampa e la libera televisione non subiscano censure’. Lo sostiene il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, che ha commentato la puntata di Report che si e’ occupata delle proprieta’ di Berlusconi.

‘Report – ha detto Casini – e’ un tipo di informazione che io apprezzo molto, la Gabanelli puo’ essere a volte ‘sgradevole’ per noi politici, ma ascoltarla non fa male. Si e’ interessata anche in maniera non molto affettuosa del mio partito, ma io lo accetto, un uomo politico e’ deputato ad essere controllato’.

Lo stesso discorso, secondo Casini, deve valere per Santoro.

‘A me non piacciono i programmi di Santoro e non lo condivido – ha detto – ma spegnere l’interruttore e’ sempre un gravissimo errore. Spegnere Santoro sarebbe un gesto illiberale’.










Lascia un commento