Rai: Casini, non si può spegnere chi non si condivide

Roma, 20 ott. (Apcom) – “In una democrazia liberale non si possono spegnere quelli con cui non si è d’accordo”. Lo dice il leader Udc, Pier Ferdinando Casini, ospite di ’28 minuti’ su Radio 2, parlando della polemica sulla trasmissione di Fazio e Saviano ‘Vieni via con me’.

Casini fa l’esempio di ‘Report’ e ‘Annozero’: “La Gabanelli l’ho vista domenica scorsa, può stare simpatica o antipatica. Peraltro ha attaccato sempre il mio partito, però ha fatto un prodotto di qualità. Santoro non mi piace, mi ha invitato ma non ci sono andato perché ritengo faziosa la sua trasmissione” ma “in una democrazia liberale non si possono spegnere quelli con cui non si è d’accordo. In più io ho l’arma del telecomando, posso cambiare canale”. Quindi Casini ha ricordato che “la Dc non ha mai ha avuto l’idea di spegnere chi prendeva in giro, ha consentito a tanti di vivere”.

 

 

 










Lascia un commento