Rifiuti: Libè, governo avvii piano strutturale

(9Colonne) Roma, 21 ott – “La gravità della situazione a Terzigno è sotto gli occhi di tutti: tensione sociale, scontri con le Forze dell’Ordine e bandiere italiane bruciate. Finora il Governo ha saputo solo confezionare spot e questi sono i risultati. Ad oggi gli impianti di smaltimento tanto annunciati non ci sono. La tanto sbandierata – e sostenuta – provincializzazione della gestione dei rifiuti rimane lettera morta. Si continuano a scaricare i problemi sulle province, specialmente su quelle che hanno meno responsabilità di altre, e si insiste nel preferire la strada delle discariche chiedendo sacrifici solo ai cittadini, la cui stragrande maggioranza non ripone più fiducia nella politica. A maggior ragione, quindi, la politica deve dare risposte immediate, altrimenti si continua a lasciare campo aperto all’azione della malavita”. Lo dichiara il capogruppo dell’Unione di Centro in Commissione Ambiente della Camera, Mauro Libé.

“Da emergenza locale a emergenza nazionale – sottolinea l’esponente centrista – il passo è breve. Ci auguriamo che nel Consiglio dei ministri di domani tutti si assumano le proprie responsabilità dando quindi il via a un Piano strutturale”.










Lascia un commento