Sicilia: Cesa, chi ha lasciato Udc ora si ritrova in sottoscala

Roma, 22 ott. (Apcom) – L’Udc non ha accusato e non accuserà il ‘colpo’ della scissione dei siciliani di Saverio Romano e Calogero Mannino. Lo assicura il leader dell’Udc, Lorenzo Cesa, parlando all’assemblea dei coordinatori regionali del partito che si è svolta oggi a Roma: “Chi è uscito e ci ha lasciato pensando di accomodarsi al ristorante – ha detto – ora si ritrova in un sottoscala e con un piatto vuoto mentre noi abbiamo già riassorbito i problemi”.

“La riorganizzazione sul territorio prosegue spedita in ogni provincia con nuovi coordinatori – ha osservato Cesa – all’Ars siamo già di nuovo a 6, forse 7 consiglieri regionali, vicini dunque ai 9 che avevamo prima di queste uscite. E ci prepariamo a una grande sorpresa: quella di superare i voti raccolti nel 2008 con buona pace di chi ha pensato di farci scomparire dall’isola e a dimostrazione che tutti sono utili, nessuno è insostituibile”.

 










Lascia un commento