Umbria: Udc, da mancanza ricambio classe politica immutabilità

(ASCA) – Perugia, 23 ott – ‘La mancanza di ricambio nella classe politica e dirigenziale dell’Umbria ha prodotto una sorta di immutabilita’ e sclerotizzazione dei costumi e degli apparati , costituiti per tempi troppo lunghi dalle stesse persone, che attraverso comportamenti assimilabili a deliri di onnipotenza, come evidenziato dall’inchiesta, tuttora in atto, della Magistratura, hanno declinato le gestioni come luoghi entro i quali regolare debiti politici o sprezzanti rancori’. Cosi’ il capogruppo dell’Udc alla regione Umbria, Sandra Monacelli convinta che ‘l’eccessiva permanenza delle stesse persone negli incarichi politici e burocratici, rappresenta la prima causa di degenerazione del sistema politico’. Per l’esponente centrista, ‘non servono le pezze calde di semplicistici tentativi volti a scaricare la responsabilita’ del tutto su qualche mela marcia, come non servono gli orgogliosi appelli rivolti a non so chi, che gridano ‘non fermerete la stagione delle riforme”. Secondo Monacelli ‘ci sono parole imprescindibili sulle quali poter invece costruire il futuro e sono ‘responsabilita’e ‘merito’, ma ci sono anche azioni immediate che riguardano lo smantellamento di alcuni intoccabili ‘santuari’ politici che potrebbero invece continuare ad esistere e resistere persino nella nuova stagione, camuffati dietro l’abile magia delle ‘rotazioni”.

 

 










Lascia un commento