Autotrasporto: Compagnon, serve nuova normativa europea

(AGI) – Udine, 29 ott. – “Per gli autotrasportatori e’ oramai improcrastinabile la stesura di una nuova disciplina in materia di trasporto di persone e merci, in grado di garantire il pieno rispetto di una leale concorrenza fra gli operatori degli Stati membri Ue”. Lo ha detto Angelo Compagnon (Udc) nel corso di un incontro con Confcooperative Fvg sul problema dei trasporti e della concorrenza della vicina Slovenia. “Il problema della concorrenza degli operatori d’oltreconfine in materia di cabotaggio – ha affermato Patrizia Fantin, di Confcooperative Fvg – e’ reale e senza avanzare nessuna preclusione nei confronti dei vicini, Confcooperative chiede il rispetto della normativa italiana da parte di tutti sul mercato, soprattutto perché  finalizzata a garantire la sicurezza dei viaggiatori e a regolare la concorrenza”. Fantin ha spiegato che “l’irregolarita’ piu’ comune e’ comunque la non applicazione o non pagamento dell’Iva per i servizi di noleggio effettuati all’interno dello Stato italiano e il conseguente mancato versamento all’Agenzia delle Entrate”. Cosi’ “nonostante il significativo aumento delle sanzioni per gli autotrasportatori esteri – spiega Fantin – le imprese del Triveneto soffrono di una grave crisi in quanto vincolate a un regime fiscale meno vantaggioso”. Per il presidente regionale di Confcooperative Franco Bosio intervenuto all’incontro “il processo di integrazione europea e l’apertura dei mercati e’ senz’altro positivo, ma deve restare fermo il rispetto, da parte di tutti, delle normative nazionali”.










Lascia un commento