Caso Ruby: Serra, telefonata a Questura disdicevole

Roma, 30 ott. (Apcom) – “Premesso che la vita privata del presidente Berlusconi è una questione che non ci appassiona, quel che è più grave di tutta la vicenda Ruby è la presunta telefonata alla questura di Milano da parte di un vertice costituzionale, fatta non per un interesse pubblico ma per una questione privata.

E` un episodio disdicevole, cui in quaranta anni di Polizia non mi è mai capitato di assistere, e che getta discredito sulle istituzioni italiane e sulla nostra immagine all`estero”. Lo afferma in una nota il senatore dell`Udc Achille Serra, ex prefetto di Roma.

“Detto questo – sottolinea – non è per il caso Ruby che il governo dovrebbe andare a casa, ma per le grandi questioni che ha lasciato irrisolte nel Paese: dal tema del lavoro a quello del fisco, dai giovani senza speranze di trovare un impiego alla scuola distrutta dai tagli lineari di Tremonti, per arrivare a quanto ha in animo il governo di realizzare in tema di giustizia”.










Lascia un commento