Sicurezza: Libè, bene documento Anci, rafforzare poteri sindaci

ROMA, 4 NOV – “Trovo di grande rilievo il documento sulla sicurezza e la legalità approvato all’unanimità dal consiglio nazionale dell’Anci nella seduta straordinaria di Lamezia Terme. Il riutilizzo effettivo dei beni confiscati alle mafie, lo sviluppo sostenibile del territorio, la creazione di spazi per aggregare i giovani, la costituzione dei comuni come parte civile nei processi per mafia, l’anagrafe degli eletti e l’adozione del codice etico sono passaggi fondamentali perché i comuni possano dare un sostegno decisivo all’azione di magistrati e forze dell’Ordine contro la criminalità”. E’ quanto afferma in una nota il deputato dell’Udc, Mauro Libè, responsabile Enti Locali del partito.

 “Condivido in pieno – aggiunge Libè – la richiesta formulata al governo dal vicepresidente dell’Anci Alvaro Ancisi di emanare con urgenza un decreto legge che rafforzi il potere di ordinanza dei sindaci: oggi questo strumento, capace di incidere direttamente sulla vita dei cittadini, è continuamente esposto a ricorsi che trovano facile accoglienza in sede giudiziaria. Bisogna riqualificarlo, valorizzando l’esercizio del potere regolamentare dei consigli comunali”.










Lascia un commento