Famiglia: Santolini, governo recuperi anni persi

Roma, 08 NOV (Il Velino) – “Com’era prevedibile, ancora una volta la famiglia finisce per essere stritolata dalle polemiche e dalle strumentalizzazioni ideologiche, in cui tutti fanno a gara a chi grida di piu’ per soffocare sia l’insipienza dei governi che la voce delle famiglie in attesa di giustizia. La Conferenza della famiglia non va impostata e giudicata sugli spot elettorali di destra e di sinistra, ma dai contenuti e dai percorsi che vengono prospettati. Sul fronte della famiglia, l’attuale governo ha perso due anni e mezzo facendo poco e niente, ben inteso che il precedente esecutivo non ha fatto nulla di meglio”. Lo afferma la deputata Luisa Capitanio Santolini, capogruppo Udc in commissione Cultura alla Camera. “Il Piano nazionale della famiglia prospettato dal professor Pier Paolo Donati – sottolinea l’esponente centrista – e’ condivisibile dalla prima all’ultima parola. Mi auguro che chiunque governi vi si attenga scrupolosamente, a partire dalle forze politiche sindacali e imprenditoriali per finire alla societa’ civile, al terzo settore e a tutte quelle realta’ decisive affinche’ la famiglia esca finalmente dal limbo. Ora, se il governo Berlusconi vuole conservare un minimo di credibilita’ sul fronte del fare, deve recuperare con urgenza il tempo perduto”. 










Lascia un commento