Iraq: Buttiglione, governo italiano si attivi per avere impegni piu’ concreti

Roma, 10 nov. – (Adnkronos) – ‘Tutti i giorni purtroppo l’attualita’ ci ricorda quanto sia vera la tragica statistica che dice come nel mondo tre vittime su quatto delle persecuzioni siano cristiani. Dopo il massacro della cattedrale di Baghdad in queste ore le bombe di vili terroristi stanno colpendo casa per casa l’antichissima comunita’ cristiana irachena”. Lo scrive in una nota Rocco Buttiglione, presidente Udc. “In Congo – elenca – un parroco e’ stato assassinato da due soldati. In Pakistan un tribunale ha condannato a morte una donna cristiana con l’accusa di blasfemia. Si tratta di veri e propri martiri dei nostri tempi”.

“La comunita’ internazionale non puo’ restare indifferente a queste minacce, e al restringimento nel mondo delle liberta’ di coscienza e di religione – osserva -. Il governo italiano si deve attivare presso i governi locali per ottenere impegni piu’ seri e concreti a tutela delle minoranze religiose”. “Particolarmente grave – rileva – e’ oggi la situazione dell’Iraq che richiede forse interventi particolari del governo iracheno e della comunita’ internazionale. Ma e’ soprattutto al Pakistan che bisogna dire che la legge in vigore sulla blasfemia e’ inaccettabile in un consesso democratico. Contiamo sul senso di responsabilita’ del governo di Islamabad, presso il quale occorre un’azione decisa e immediata del ministro Frattini’.

 










Lascia un commento