Governo: Casini, voto anticipato e’ ricatto e follia

(ANSA) – ROMA, 16 NOV – ‘ Il voto anticipato in questo contesto di crisi sarebbe una follia. E tutti coloro che hanno a cuore l’interesse nazionale del paese facciano un passo indietro’. Lo afferma Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, ai microfoni del Tg2 che spiega: ‘abbiamo l’Irlanda ed il Portogallo che rischiano di fare la fine della Grecia. Noi siamo dietro l’angolo’.

‘Le elezioni sono un ricatto che impediscono di trovare una soluzione nell’interesse del paese. Cio’ perche’ tutti i problemi di oggi – sottolinea Casini – si ripresenterebbero dopo il voto il cui esito sarebbe molto probabilmente una maggioranza in una sola delle due camere’.

A chi gli chiede cosa ne pensi della proposta di Massimo D’Alema di una grande coalizione democratica Casini risponde: ‘Non so cosa intenda. Io so cosa dico quando parlo di un governo di responsabilita’ nazionale: Pdl e Pd dovrebbero sedersi intorno ad un tavolo e incominciare a ragionare in un modo diverso. Invece vogliono riproporre le stesse ricette che hanno fallito’.










Lascia un commento