Governo: Casini, da irresponsabili ipotizzare toto-voto

(ANSA) – ROMA, 17 NOV – E’ da ‘irresponsabili’ che esponenti di governo, come Bossi e La Russa, facciano ipotesi sulla data del voto anticipato in presenza di una situazione critica dell’Euro e di tutta l’economia europea. Pier Ferdinando Casini leader dell’Udc in una conferenza stampa convocata a Montecitorio per presentare le proposte dell’Udc per la ricostruzione dell’Aquila dopo il terremoto, affonda cosi’ rispondendo a chi gli chiede del voto ipotizzato da Bossi e La Russa per il 27 marzo.

‘Questa non e’ la repubblica delle banane – dice – siamo ancora una repubblica parlamentare ed e’ il presidente della Repubblica ad avere il compito di sciogliere le Camere. Questo toto-elezioni, come la compravendita di parlamentari denuncia la grande irresponsabilita’ di uomini di governo che dovrebbero guardare cosa accade in Europa: ieri il presidente dell’Ue ha lanciato un allarme sul rischio che salti l’euro e l’Unione. E noi sembriamo sulla luna’.

Il leader dell’Udc si e’ rivolto dunque al presidente del Consiglio per chiedergli di ‘occuparsi di quello che succede in Italia e in Europa, perche’ sembriamo davvero sulla luna, sembriamo dei fantasmi che non si rendono conto di cosa c’e’ nel mondo. Il toto-elezioni, la compravendita di deputati, sembrano incoscienti che vanno verso il baratro, andando avanti cosi’ non so dove finiremo’. (ANSA).

 










Lascia un commento