Roma: Onorato, inammissibile forzatura assessore marchi su delibera taxi

Roma, 19 nov. (Adnkronos) – ‘L’assessore Marchi non puo’ sospendere il regolamento votato a luglio in Consiglio comunale, se intendesse farlo e’ chiaro che non puo’ continuare a svolgere il suo mandato per un minuto di piu’. Ci sarebbe da parte sua una forzatura inammissibile e odiosa, non puo’ assolutamente permettersi di interferire con il voto dell’aula, che e’ sovrano’. Lo afferma in una nota Alessandro Onorato, capogruppo dell’Unione di Centro in Campidoglio.

‘Forse non e’ chiaro a questa Giunta che sui banchi dell’aula Giulio Cesare non siedono alcuni rappresentanti dei sindacati dei tassisti, ma i consiglieri scelti dai cittadini – prosegue Onorato – Il Consiglio, maggioranza in testa, ha discusso e votato un provvedimento c la delibera a suo piacimento: aumenti si’, regole no.

E’ inacche prevede il rilascio di una ricevuta automatica, norme per la sicurezza e il decoro. Invece Marchi intende riscrivereettabile, deve dimettersi o fare i conti con la realta’: il regolamento esiste – conclude Onorato – e deve entrare in vigore, non si puo’ fare finta di niente’.










Lascia un commento