Finanziaria: Ria, su 5 per mille spiraglio da Tremonti

(9Colonne) Roma, 24 nov – “Finora il nostro invito al governo a riconsiderare il taglio al 5 per mille era rimasto pressoché inascoltato, oggi sembra che uno spiraglio credibile si sia aperto. Le promesse di integrare gli stanziamenti nel corso del 2011, fatte prima dagli esponenti di maggioranza Casero e Lupi e oggi dal ministro Tremonti, fanno ben sperare su un’evoluzione positiva della vicenda, ma i buoni propositi non sono sufficienti”. Lo dichiara Lorenzo Ria, deputato dell’Unione di Centro. “Ribadiamo il nostro invito a migliorare le previsioni già in sede di approvazione della legge di stabilità al Senato – sottolinea l’esponente centrista -poiché una scelta diversa ridurrebbe drasticamente le attività del terzo settore, della cultura, dello sport della ricerca scientifica e sanitaria, servizi fondamentali e migliorativi del livello di coesione sociale del Paese. Un invito, il nostro, che vuole affiancarsi solidalmente all’appello che il terzo settore ha inviato al Parlamento per chiedere il ripristino del tetto di 400 milioni. Speriamo che l’impegno preso in queste ore dal ministro non si riveli un altro degli abbagli ai quali siamo stati tristemente abituati negli ultimi anni”.

 










Lascia un commento