Umbria, rifiuti: Monacelli, riflettere stato attuazione piano

(ASCA) – Perugia, 25 nov – ‘La richiesta fatta dal ministro Fitto alle regioni italiane di farsi carico, per il principio di solidarieta’ nazionale, dell’immondizia campana, al di la’ delle istintive risposte fatte di si’ o di no, deve far riflettere non solo sulle reali possibilita’ dell’Umbria di fare la propria parte, ma anche sullo stato di attuazione del piano regionale dei rifiuti che si sta rivelando del tutto inadeguato, soprattutto nei tempi, rispetto agli obiettivi prefissati’. Lo afferma il consigliere regionale Sandra Monacelli (Udc) a proposito dell’ipotesi di conferimento in Umbria di rifiuti dalla Campania. ‘Il progressivo esaurimento delle potenzialita’ delle discariche – continua – e i dati non positivi della raccolta differenziata che viene effettuata in Umbria, si sommano ai ritardi con i quali da parte degli Ati si sta procedendo alla decisione relativa all’ubicazione della termovalorizzazione. Urge pertanto – conclude – il superamento degli equilibrismi politici che, sull’altare di manieristiche posizioni verdi – ecologiste, hanno immolato quelle scelte necessarie per evitare in Umbria una riedizione del ‘disastro Campania”.

 










Lascia un commento