Edilizia: De Poli, crisi si sente, soprattutto in Veneto

(ANSA) – VENEZIA, 1 DIC – ‘I valori calano, le banche stringono i cordoni dei mutui, i consumi stagnano, la disoccupazione e le cessazioni aziendali colpiscono anche le ditte dei lavori pubblici, per il famigerato patto di stabilita’: la crisi ha falcidiato il settore edile, soprattutto in Veneto’. Lo dice Antonio De Poli, deputato e portavoce dell’Udc, che oggi a Roma e’ sceso in piazza al fianco del settore edile.

‘In Veneto la Regione e’ inerme, ai limiti dello scandalo – accusa de Poli -. Non sono state attivate ne’ misure anticicliche, ne’ fondi per incentivare l’edilizia pubblica, ne’ regole per premiare chi ottempera alla trasparenza delle regole di mercato’. Per l’esponente Udc, e’ tempo ‘di istituire un tavolo di concertazione che certifichi lo stato di crisi del settore e cominci a programmare interventi strutturali. C’e’ tantissimo da fare, e in fretta – conclude – pena la dissoluzione di miriadi di altre aziende’.(ANSA).










Lascia un commento