Governo: Casini a premier, insultare non serve, si dimetta

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – ‘Silvio Berlusconi non se la deve prendere con gli altri, ma con se’ stesso, perche’ e’ lui che ha dilapidato la fiducia degli italiani, e’ lui che non ha fatto una riforma seria in questo Paese’. Lo afferma il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, rinnovando l’invito al premier alle dimissioni: sarebbero ‘un contributo a rendere piu’ serena questa vicenda’.

‘Se lo avesse fatto sei mesi fa, come gli avevamo chiesto, non sarebbe nelle condizioni in cui si trova’, aggiunge Casini, convinto che ‘insultare gli altri non serve a nulla’. Secondo il leader dell’Udc, infatti, ‘Berlusconi ha due strade: o prende atto che la fiducia della Camera non c’e’ piu’ – dice – o chiede il voto. Ma non e’ colpa nostra se non c’e’ stata una sola riforma di questo governo e se le promesse sono state tradite’.

Duro il commento alle dichiarazioni che il presidente del Consiglio ha fatto in Russia: ‘Adesso cerchi di stare sereno, e’ inutile insultare gli altri – sostiene il leader dell’Udc – noi abbiamo semplicemente svolto il nostro dovere’. Piuttosto, il presidente del Consiglio ‘dovrebbe chiedersi come mai nel giro di due anni ha perso molti alleati e oggi non si trova a non avere la maggioranza parlamentare’. gli abbiamo dato il consiglio di dimettersi, e di aprire una fase di responsabilita’ nazionale, sei mesi fa, se lo avesse fatto non sarebbe nelle condizioni in cui e’. Oggi – conclude – gli rinnoviamo il consiglio di dimettersi Vuole che si voti? Ma si voti…’.(ANSA).










Lascia un commento