Governo: Udc, Paglia eroe italiano, odiosa etichetta “traditore” di Libero

05 DIC- “Nel veder pubblicate ancora oggi su Libero le foto di quelli che il quotidiano di Belpietro chiama ‘traditori’, non può che cadere l’occhio su quella di Gianfranco Paglia. Vale la pena di ricordare la storia personale del deputato di Futuro e Libertà: nel 1993, allora sottotenente in missione in Somalia, Paglia venne colpito al ‘checkpoint Pasta’ di Mogadiscio da tre pallottole mentre cercava di portare in salvo i suoi compagni in difficoltà. Un atto di straordinario coraggio che gli valse la medaglia d’oro al valore militare, e che rende l’etichetta di ‘traditore’ ancor più odiosa e inaccettabile. In attesa che Libero si renda conto di quale grave errore ha commesso, vogliamo esprimere a Paglia la solidarietà di tutta l’Unione di Centro e ancora oggi, a distanza di 17 anni dai fatti, il nostro ringraziamento per quell’atto da vero eroe italiano”.

Gianpiero D’Alia – capogruppo Udc Senato
Gian Luca Galletti – vice-capogruppo Udc Camera

Ferdinando Adornato, Dorina Bianchi, Paola Binetti, Francesco Bosi, Rocco Buttiglione, Luisa Capitanio Santolini, Enzo Carra, Pier Ferdinando Casini, Angelo Cera, Lorenzo Cesa, Amedeo Ciccanti, Angelo Compagnon, Antonio De Poli, Teresio Delfino, Armando Dionisi, Anna Teresa Formisano, Claudio Gustavino, Mauro Libé, Renzo Lusetti, Pier Luigi Mantini, Pietro Marcazzan, Antonio Mereu, Ricardo Merlo, Gabriella Mondello, Giuseppe Naro, Roberto Occhiuto, Savino Pezzotta, Nedo Lorenzo Poli, Roberto Rao, Lorenzo Ria, Salvatore Ruggeri, Deodato Scanderebech, Achille Serra, Mario Tassone, Nunzio Francesco Testa, Luca Volonté, Domenico Zinzi










Lascia un commento