Calabria, sanità: Gallo, istituire centri cura disturbi alimentari

(ASCA) – Reggio Calabria, 7 dic – ‘Bulimia ed anoressia sono problemi di cui i giovani e le famiglie calabresi soffrono nel silenzio, spesso proprio, ma pure delle istituzioni. E’ una questione che rende necessario programmare l’istituzione in regione di centri specializzati nella cura dei disturbi del comportamento alimentare’. La proposta e’ del consigliere regionale della Calabria, Gianluca Gallo (Udc), all’indomani delle audizioni svolte sul sistema sanitario regionale in seno alla Terza commissione consiliare.

‘I racconti e le testimonianze ascoltate da chi opera sul campo – spiega il presidente del Comitato regionale di controllo contabile – hanno messo in luce una realtà drammatica, caratterizzata dalla quasi totale assenza di strutture specialistiche nel campo dei disturbi alimentari.

E’ invece necessario creare centri attrezzati che, almeno in regime ambulatoriale, siano in grado di assicurare ai sofferenti percorsi di riabilitazione psicologica e nutrizionale, puntando non solo a recuperare le competenze comportamentali e sociali di una sana alimentazione, ma soprattutto la regolazione positiva delle emozioni, l’integrazione dell’immagine corporea e le capacità relazionali affettive’.

‘Chiederemo l’avvio di un confronto col Governo regionale – conclude Gallo – affinche’ nella programmazione sanitaria trovi spazio l’istituzione, in Calabria, di centri per la cura dei disturbi alimentari’.










Lascia un commento