Federalismo: Cesa a Calderoli, vogliamo fatti non slogan

(ANSA) – ROMA, 9 GEN – ‘Noi abbiamo fatto una richiesta chiara e precisa al governo: se sara’ rivisto questo federalismo, introducendo un serio e sostanziale quoziente familiare che si traduca in un sostegno concreto alle famiglie italiane piu’ in difficolta’ per l’attuale situazione economica, siamo pronti a sederci al tavolo e discutere responsabilmente del testo con il governo. Altrimenti, le solite chiacchiere, i soliti slogan non ci interessano’. Cosi’ Lorenzo Cesa, segretario dell’Udc, replica alle parole del ministro della Semplificazione Roberto Calderoli, che dalle colonne del Corriere della Sera, aveva cercato di rassicurare i centristi sul fatto che i decreti attuativi sul federalismo contengono gia’ alcuni provvedimenti in favore delle famiglie.

‘I comuni – aggiunge Cesa – devono essere sostenuti adeguatamente, perche’ molti non ce la fanno ad andare avanti con gravi conseguenze per i cittadini che vedono tagliati i servizi’. Insomma, conclude il segretario centrista, ‘i soliti slogano non ci interessano’.










Lascia un commento