Egitto: Casini, Europa debole, non ha potere su Mubarak

(ANSA) – CASERTA, 5 FEB – ‘Mubarak ha ormai esaurito la spinta propulsiva e la sua presenza costituisce un tappo allo sviluppo, ma l’Ue non ha forza sufficiente per imporgli una scelta, a differenza degli Stati Uniti’. Questo il passaggio che il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini ha dedicato alla crisi in Egitto nel suo intervento al seminario dei giovani Ppe a San Leucio (Caserta).

‘Mubarak e’ stato in parte una garanzia per l’Occidente, e’ stato un bastione contro l’islamismo ed ha fatto cose positive. Ma dopo 35 anni c’e’ una sfida al cambiamento e nella vita, quando si passa la misura non si e’ piu’ credibili – ha aggiunto Casini – e la spinta propulsiva si esaurisce’.
‘Il problema per l’Europa e’ che Mubarak non si preoccupa delle dichiarazioni congiunte dei capi di Governo dell’Ue, che parlano con voci separate. Mubarak si preoccupa soltanto di Obama. Deve essere una lezione – ha concluso Casini – per un’ Europa che ha bisogno di una maggiore integrazione’.










Lascia un commento