Egitto: Casini su Mubarak, per anni garanzia ora misura colma

(AGI) – Caserta, 5 feb. – “Mubarak e’ stato per anni considerato garanzia per l’Occidente, ma quando si passa la misura non si e’ piu’ credibili”.
Cosi’ Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, all’incontro con i cento delegati dello Yepp (la componente giovanile del partito popolare europeo) dei 27 Paesi dell’Unione, riunitisi a Caserta. Casini, rispondendo ad una domanda di un componente dello Yepp sulle proteste in Egitto contro il presidente Mubarak, ha risposto dichiarando che “e’ stato a suo tempo il bastione contro l’islamismo, oggi e’ diventato un tappo allo sviluppo e la sua spinta propulsiva si esaurisce”.
Il leader Udc ha parlato anche di Mediterraneo e sviluppo, dichiarando che “se non si fanno investimenti sulla banda larga e su altre innovazioni, rischiamo di rendere l’Italia la cenerentola d’Europa” e che come partito politico “dobbiamo essere testimoni nel Mediterraneo di fede politica, ovvero l’amore verso la liberta’ e la democrazia”. Su Caserta, che ha ospitato l’incontro nella cornice storica del belvedere di San Leucio, ha concluso: “Caserta e’ amministrata bene dal presidente della Provincia, Domenico Zinzi”.
Per il coordinatore nazionale dei giovani Udc, Giampiero Zinzi, il fatto che l’incontro con i delegati dello Yepp si sia svolto a Caserta “dimostra come la Provincia sia conosciuta non solo per fatti negativi, ma anche per apprezzabili intenti”. 










Lascia un commento