Taxi Roma: Onorato, delibera da rifare

(AGI) – Roma, 23 feb. – “La sospensione del Tar era annunciata: come volevasi dimostrare il muro contro muro portato avanti per mesi dal sindaco Alemanno e dalla sua maggioranza non ha portato a nulla, e la delibera e’ stata rispedita al mittente. Se si fosse cercata da subito una concertazione piu’ ampia, e se qualcuno c’avesse dato retta, probabilmente i tassisti avrebbero potuto beneficiare gia’ da due anni almeno degli aumenti legati all’indice Istat”.
Lo afferma in una nota Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio. “L’assessore Aurigemma – prosegue Onorato – azzeri questa delibera, che era partita per avvantaggiare in maniera sproporzionata una categoria e invece come un boomerang gli si e’ abbattuta contro. Lunedi’ presenteremo all’assessore le nostre proposte per trovare un sano equilibrio tra legittime aspettative dei tassisti e tutela dei consumatori. Continuiamo a essere convinti che la strada da seguire sia quella di aumenti piu’ lievi, degli sgravi fiscali, degli incentivi, delle convenzioni per le assicurazioni e per il carburante. Senza dimenticare un serio piano per la mobilita’ che potenzi e migliori le corsie preferenziali”. “Molti tassisti – conclude il capogruppo Udc -preferiscono lavorare di piu’ e guadagnare di piu’, non lavorare di meno nell’illusoria speranza di guadagnare di piu’.

E’ evidente che aumenti sconsiderati farebbero calare la domanda, riducendo il servizio taxi a un privilegio per pochi ricchi o per chi gode di rimborsi aziedali. E’ arrivato il momento di trovare una soluzione condivisa e – speriamo – definitiva”. 










Lascia un commento