Caso Ruby: Mantini, no a conflitto attribuzione davanti a Consulta

Roma, 8 mar. – (Adnkronos) – “L’Udc e’ contraria al conflitto di attribuzione dinanzi alla Corte Costituzionale perche’ non e’ stato invaso alcun potere della Camera, che non e’ giudice dei giudici ne’ della ministerialita’ dei reati. L’idea di riproporre la tesi della ‘nipote di Mubarak’ e’ inoltre una brutale forma di accanimento contro la dignita’ del Parlamento italiano, che rischia la derisione del mondo intero. Siamo convinti che la questione possa concludersi nell’ambito dell’Ufficio di presidenza che, per regolamento e prassi costante, e’ l’unico organo referente in materia di conflitto di attribuzione”. Lo afferma il deputato Udc Pierluigi Mantini, capogruppo centrista nella Giunta per le Autorizzazioni della Camera.

 










Lascia un commento