Ruby: Mantini, un ‘no’ chiaro a conflitto tra poteri

(ANSA) – ROMA, 23 MAR – ‘Come Nuovo Polo per l’Italia abbiamo espresso il comune parere di inammissibilità del ricorso della Camera alla Corte Costituzionale sul caso Ruby-Berlusconi’, spiega Pierluigi Mantini che nella Giunta della Camera rappresenta l’Udc.

‘Non vi sono i presupposti per il conflitto di attribuzione con la magistratura perch‚ la qualificazione della ministerialità dei reati spetta all’autorità giudiziaria e quelli contestati al premier non sono certo stati commessi per un’ ‘alta ragion di Stato’. A meno che, come ha votato la maggioranza, si insista sulla tesi della speciale tutela di Ruby in quanto ‘nipote del presidente Mubarak’, tesi incredibile e degradante per il Parlamento agli occhi del mondo’, aggiunge Mantini.

‘La tesi di Ruby ‘nipote del presidente Moubarak’ fa il paio con il baciamano di Berlusconi a Gheddafi e indebolisce il ruolo del premier sul piano internazionale in una fase cruciale’, conclude.

 

 










Lascia un commento