Libia: Buttiglione, troppe lamentazioni su ruolo Francia

(ANSA) – ROMA, 27 MAR – ‘Sento troppe lamentazioni sul ruolo francese nella situazione libica. Ma la Francia il suo ruolo se lo e’ conquistato intervenendo per evitare un massacro’. Lo afferma il presidente dell’Udc Rocco Buttiglione.

‘E’ ovvio – aggiunge – che la Francia ottenga le simpatie degli insorti. Il governo italiano invece ha fatto e fa molti errori ed e’ sua responsabilita’ se ci tiene dentro un intervento in un modo tale che gli interessi italiani sono meno tutelati: prima il trattato senza aver capito che l’epoca della tirannia era finita, poi la sensazione che fosse rimasta immutata la simpatia per Gheddafi, in seguito la riluttanza all’intervento e ad azioni operative, quindi la sensazione che le uniche nostre preoccupazioni fossero l’esodo e il petrolio rimanendo invece indifferenti alle sorti del popolo libico e alla sua liberta’, infine ora una proposta di mediazione che potrebbe essere positiva ma che non deve dare l’impressione di essere un tentativo di salvare in extremis Gheddafi, dato che ormai il punto di non ritorno e’ stato superato. L’Italia piuttosto si riconquisti il suo ruolo privilegiato nei rapporti con la nuova Libia grazie a un rinnovato protagonismo che tenga conto della realta’ della situazione, e cioe’ del fatto che le legittime aspirazioni alla democrazia sono sostenute dal popolo libico e dalla comunita’ internazionale: e’ da qua che bisogna partire per ogni considerazione e specialmente per una mediazione efficace che riporti pace, sicurezza e liberta’ in Libia, anche nell’interesse dell’Italia’. 

 










Lascia un commento