Giustizia: Mantini, ritrovare il buon senso

(ANSA) – ROMA, 27 MAR – ‘Le norme Paniz sul processo breve e l’emendamento della Lega sulla Comunitaria rendono i giudici personalmente responsabili della lunghezza dei processi e degli errori nell’interpretazione della legge. E’ uno stravolgimento profondo e irragionevole dei fondamenti costituzionali e il Csm ha il diritto-dovere di esprimere un parere motivato su queste innovazioni cosi’ come sulla riforma costituzionale della giustizia’. Lo dice il deputato dell’Udc Pierluigi Mantini.

‘Vedo invece attacchi preventivi di esponenti della maggioranza contro il Csm addirittura preannunciando proposte di legge per limitare l’espressione dei pareri. – aggiunge – Siamo ad una svolta assai critica nel corretto equilibrio tra poteri e lanciamo un appello alla ragionevolezza affinche’ ritorni il buon senso’.










Lascia un commento