Atac: Onorato, ridicolo che azienda chieda anticipo a propri dipendenti

Roma, 4 apr. – (Adnkronos) – ‘Ho presentato un’interrogazione al sindaco e all’assessore competente in merito a una vicenda a dir poco ridicola che si sta verificando in Atac: a 37 dipendenti, che hanno svolto un anno di corso di perfezionamento e si apprestano a sostenere l’esame finale per accedere a 20 posti da macchinisti, l’azienda chiede di anticipare i 480 euro per la visita medica obbligatoria’. Lo afferma in una nota Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio.

‘L’azienda – prosegue Onorato – si impegna a restituire l’importo anticipato dai propri dipendenti, ma senza specificare i termini di tale transazione: mi sembra una pratica decisamente poco ortodossa oltre che inopportuna, considerata l’entita’ della cifra. Mi auguro che il Sindaco e l’assessore facciano al piu’ presto chiarezza e restituiscano all’Atac almeno una parvenza di azienda seria e trasparente: non vorremmo che i 480 euro di questi sfortunati dipendenti svanissero nella voragine del deficit Atac’.

 










Lascia un commento