Lega: G. Zinzi, ‘Trota’ al Sud, faccia un viaggio con papà

(DIRE) Roma, 5 apr. – “Nonostante abbia impiegato 22 anni a capire che non vi e’ alcuna differenza tra un brianzolo e un siciliano, sono felice che Renzo Bossi sia giunto a questa conclusione attraverso un’esperienza diretta, al termine di un viaggio che lo ha visto visitare alcuni dei posti piu’ belli d’Italia. Peccato solo che non ci fosse suo padre Umberto: avrebbero potuto fare il remake del film comico ‘In viaggio con papa’, con Alberto Sordi e Carlo Verdone”. A dichiararlo e’ il coordinatore nazionale dei Giovani Udc, Gianpiero Zinzi, che ha cosi’ commentato le dichiarazioni rilasciate dal consigliere regionale lombardo al settimanale ‘Diva e Donna’.

“Non e’ rilevante che Renzo Bossi- ha aggiunto Zinzi- abbia giustificato il suo viaggio al Sud come un’operazione utile a spiegare la riforma federale. L’importante e’ aver avvertito la necessita’ di riscoprire le proprie origini e di conoscere il territorio del Meridione. E’ proprio il caso di dire: anche le trote hanno un’anima”. Zinzi, poi, ha criticato alcune dichiarazioni rese da Renzo Bossi in merito ad alcuni aspetti del suo viaggio al Sud: “Leggo – ha proseguito il coordinatore nazionale dei Giovani Udc – che si e’ fatto immortalare in Sicilia mentre indossava una coppola: deve essere proprio dura per lui superare certi stereotipi. Immagino che, nella sua prossima visita a Napoli, si fara’ fotografare mentre suona il mandolino”.










Lascia un commento