Governo: Casini, serve alternativa per sviluppo

(ANSA) – ROMA, 07 APR – ‘Creare un’alternativa per far riprendere al nostra Paese la strada dello sviluppo’. Lo ha detto il leader dell’Udc Pierferdinando Casini intervenendo al congresso nazionale della Legacoop. Il leader dell’Udc ha sottolineato che ‘l’Italia non e’ governata, come dimostra la vicenda drammatica degli immigrati morti in mare’.

Un altro attacco e’ stato rivolto dall’ex presidente della Camera ai tagli lineari fatti dal governo:’e’ una evidente rinuncia a fare scelte politiche di cui a palazzo Chigi non sono capaci. Con i tagli si colpiscono i servizi sociali dei cittadini e lo si fa con lo scopo di trasferire sulle spalle dei piu’ deboli l’enorme debito pubblico. Non a caso una parte del ceto medio sta precipitando verso il disagio e la poverta’.

Bisogna essere capaci di colpire gli sprechi dove ci sono, non tagliare indifferentemente con ignavia ‘.

‘Un paese che non cresce – ha detto ancora Casini – e’ un paese che muore, produce disoccupati, soprattutto tra i giovani e le donne del Sud’. Quanto al federalismo, il parlamentare ha detto di non essere contrario in linea di principio, ‘ma quello del governo Berlusconi e’ solo propaganda. Fanno scelte prive di senso perche’ hanno abolito l’Ici e ora sono costretti ad introdurre nuove tasse per i comuni’.

Casini si e’ infine detto favorevole a ‘colpire le speculazioni finanziarie, escludendo naturalmente bot e cct.E’ giusto prevedere che le fasce piu’ ricche del Paese corrispondano con una maggiore disponibilita’ all’emergenza della crisi economica’. (ANSA).










Lascia un commento