Tredicenne presa a sassate: Faga’, contrastare violenza

(ANSA) – CATANZARO, 8 APR – ‘L’ episodio della ragazzina di 13 anni ridotta in stato di coma in provincia di Reggio Calabria dopo essere stata presa a sassate alla testa dal fidanzato di 17 anni dovrebbe far riflettere sull’urgenza di avviare un piano per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di violenza, soprattutto fra i giovani’. Lo afferma, in una nota, Marisa Faga’, responsabile nazionale Pari opportunita’ dell’Udc.

‘Si tratta – aggiunge – di un episodio particolarmente inquietante sia per la giovane eta’ del ragazzo, sia per la straordinaria brutalita’ del gesto. Purtroppo, il protocollo d’intesa su questa materia, stretto a livello nazionale fra il Ministero per le Pari Opportunita’ e quello dell’Istruzione, non ha avuto alcuna eco a livello locale. In Calabria, per esempio, l’Ufficio scolastico regionale non ha favorito alcuna iniziativa sul tema del contrasto alla violenza. Resta quindi prioritario promuovere, non sulla carta ma in modo concreto, progetti di sensibilizzazione e prevenzione volti a diffondere nelle scuole la cultura della solidarieta’ e educare i ragazzi al rispetto verso gli altri. Solo cosi’ si potra’ garantire ai giovani un corretto e completo percorso formativo’. 

   










Lascia un commento