L. elettorale: Ronconi, preferenze criminali? Via da comunali

(ANSA) – ROMA, 11 APR – ‘Se fosse credibile assimilare l’espressione delle preferenze con il malaffare e con le infiltrazioni mafiose, si abbia il coraggio di abolirle anche nelle elezioni regionali e comunali’, lo ha detto l’esponente dell’Udc, Maurizio Ronconi.

‘Altrimenti – ha spiegato Ronconi in una nota – non si comprenderebbe come la cosa possa avere una credibilita’ solo per le elezioni in parlamento e non per gli altri livelli. La verita’ e’ che ormai gli eletti in Parlamento hanno paura di reintrodurre le preferenze – e’ la convinzione di Ronconi – perche’ la stragrande maggioranza dei parlamentari di oggi non sarebbe rieletta non avendo consenso popolare’.










Lascia un commento