Ue: C. Casini, bene Tremonti, serve rilancio integrazione

Bruxelles, 19 apr. (Adnkronos/Aki) – “L’intervento del ministro Tremonti e’ stato certamente un evento apprezzabile” in quanto “la sua scelta di parlare al Parlamento europeo, in particolare alla Commissione Affari costituzionali, manifesta una valutazione assolutamente positiva dell’Ue”. E’ il commento del presidente della stessa commissione europarlamentare, il deputato europeo Udc Carlo Casini, che ha presieduto l’audizione di Tremonti a Bruxelles.

La “ampia analisi” fatta dal ministro dell’economia della crisi in atto, insieme alla interpretazione dell’evoluzione storica attuale, “non ha manifestato nessuna sfiducia nelle istituzioni europee ma, anzi, la consapevolezza della necessita’ di un rilancio dell’integrazione” europea, ha sottolineato Casini. I tre grandi aspetti della crisi messi in luce da Tremonti, ovvero quello economico, geopolitico ed atomico, infatti, “non riguardano piu’ l’Ue ma l’intero mondo” e richiedono quindi a Bruxelles di “affrontare le questioni con un sguardo globale e con la consapevolezza che non si tratta di questioni temporanee, ma permanenti”.

Le grandi mutazioni in corso, pero’, possono “costituire un’opportunita’ se spronano l’Europa a fare scelte coerenti con lo spirito che dovrebbe animarla e che e’ consacrato in piu’ articoli del Trattato di Lisbona: lo spirito di solidarieta’”, ha sottolineato il presidente della commissione affari costituzionali. Anzi, al termine dell’intervento di Tremonti davanti all’Europarlamento, Casini ha chiesto al ministro “se con le sue parole avesse voluto contrastare l’idea di un cresciuto distacco dell’Italia dall’Europa ma, anzi, rilanciarne il ruolo di paese fondatore, che non si limita a chiedere solidarieta’ per se, ma la domanda per tutti i Paesi e per l’intero pianeta”. Tremonti, ha sottolineato l’eurodeputato, “ha positivamente risposto a questo appello”.










Lascia un commento