Decentramento: Onorato, XIII municipio resta con pugno di mosche

Roma, 19 APR (Il Velino) – “Noi siamo dei convinti sostenitori del decentramento, ma la delibera approvata questa notte in Consiglio e’ assolutamente inutile, solo fumo negli occhi per i cittadini del XIII Municipio! Il presidente Vizzani si e’ concentrato sulla possibilita’ di gestire in autonomia i bandi per le spiagge libere e le concessioni edilizie fino a 6 mila mq, ma e’ rimasto con un pugno di mosche, perche’ quelle competenze rimangono subordinate alle decisioni dell’Assemblea capitolina”. Lo afferma in una nota Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio. “Nessun potere che possa migliorare veramente la vivibilita’ del XIII Municipio, e soprattutto nessuna definizione di fondi e personale da decentrare: in due parole, una scatola vuota.

Questo e’ il decentramento di Alemanno e Vizzani, che ha ottenuto giusto il relativo ‘privilegio’ di poter assistere alle sedute della giunta capitolina”. (“Sono stati tutti bocciati i miei emendamenti qualificanti – conclude il capogruppo Udc – che avrebbero permesso di stabilire con precisione i fondi da decentrare per le nuove funzioni, oltre all’attribuzione al Municipio delle competenze relative alla zona industriale e artigianale di Acilia e Dragona. Segno che questa maggioranza non aveva nessuna intenzione di concedere una reale autonomia a Ostia e al suo entroterra e di farne il progetto pilota per gli altri municipi, mentre Vizzani si era illuso che il suo rapporto col sindaco lo ponesse al di sopra delle decisioni del Consiglio. I cittadini del XIII Municipio che speravano in un provvedimento per valorizzare il potenziale inespresso del loro territorio rimarranno ancora una volta delusi dall’ennesima promessa a vuoto”.

 










Lascia un commento