Biotestamento: Udc, maggioranza versa lacrime di coccodrillo

Roma, 19 apr. (TMNews) – Sul biotestamento la maggioranza versa “lacrime di coccodrillo: l’Aula della Camera è stata impegnata per tre settimane sul processo breve, un provvedimento che interessa solo Berlusconi. Per questa ragione il biotestamento non è stato discusso in tempi brevi”. Lo ha detto il vicecapogruppo dell’Udc a Montecitorio, Gian Luca Galletti, al termine della conferenza dei capigruppo in cui non è passata la richiesta della maggioranza di trattare il ddl sul fine vita la prossima settimana.

“C’è il Def e ci sono i decreti che hanno la priorità – ha aggiunto il centrista – se si voleva discutere il biotestamento bastava rinviare l’esame del processo breve”. Quindi ha concluso: “Siamo l’unico paese in Europa che dedicherà al Piano nazionale delle riforme una discussione di mezza giornata. E’ stato varato il 19 aprile, dobbiamo approvarlo entro il 30 aprile e il governo non ha ancora presentato la documentazione completa. Questo è scandaloso e inammissibile”.










Lascia un commento