Amministrative: Casini, destra e sinistra hanno fallito

(ANSA) – ROMA, 14 MAG – In questa campagna elettorale, destra e sinistra hanno sbagliato: ‘la sinistra, a candidare Pisapia che non e’ certo un moderato. E la destra ha trasformato geneticamente la signora Moratti, da signora quale era a una specie di drago estremista’. E’ l’analisi fatta dal leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, intervistato dal Messaggero.

La proposta politica di Berlusconi, per Casini, ‘e’ fallita’, mentre il vero miracolo del premier e’ stato quello di trasformare Bossi in un moderato che ‘sara’ premiato alle urne’.

Quanto alla proposta di D’Alema di un’alleanza elettorale che vada da Vendola a Fini per fermare Berlusconi, Casini commenta che non si tratta d’altro che di ‘un favore’ al Cavaliere, come la candidatura di Pisapia a Milano.

‘L’unico timore del premier – aggiunge Casini – e’ l’esistenza di una forza moderata come la nostra che contende al Pdl i voti sul suo terreno’.

La previsione dell’ex presidente della Camera per il dopo elezioni e’ un ulteriore aumento del caos e ‘lo scontro tra Berlusconi e Bossi si tradurra’ in paralisi ulteriori’.

L’obiettivo di Casini e’ quello di rivolgersi al ‘piu’ grande partito italiano, quello degli astensionisti’, che ha bisogno di un ‘riferimento nuovo’ e si augura che quel riferimento possa essere rappresentato dal Terzo Polo, anche perche’ se ‘senza di noi si puo’ anche vincere, non si puo’ governare’.

Basta con il bipolarismo degli estremismi, l’Italia è stufa.pdf








Lascia un commento