Fisco: mozione Udc, vessatori metodi, serve 1 anno moratoria

(ANSA) – ROMA, 19 MAG – Anche l’Udc va all’attacco di Equitalia per protestare contro l’abuso delle ‘ganasce fiscali’ nei confronti dei contribuenti in debito con l’erario.

Undici deputati dello scudocrociato hanno sottoscritto una mozione (primo firmatario Mauro Libe’) poco tenera nei confronti della societa’ incaricata dalla Agenzia delle Entrate di mettere le mani nelle tasche degli evasori. Nel documento gli amici di Pierferdinando Casini non mettono in discussione il dovere di Equitalia di riscuotere le somme dovute, ma contestano i metodi con i quali questo obiettivo sacrosanto viene perseguito.

‘L’ampio ricorso – si legge nel documento – allo strumento delle procedure esecutive quali ipoteche immobiliari, pignoramenti di stipendi e conto correnti bancari, fermi amministrativi su beni mobili registrati finiscono spesso con il penalizzare anche quei contribuenti che sono inconsapevolmente morosi, non distinguendo tra evasori e cittadini onesti in difficolta’ che si trovano a perdere la casa ipotecata o a chiudere le proprie attivita’ ‘.

Secondo la mozione dell’Udc ‘si tratta di un fenomeno che interessa milioni di cittadini italiani che pagano le tasse e che, in questo momento di difficolta’ economica, vengono ulteriormente penalizzati ed esasperati da procedure vessatorie’.

In conclusione l’Udc chiede al governo di concedere una moratoria di almeno 1 anno per le somme dovute al fisco dalle famiglie e dalle imprese che possono documentare le loro difficolta’ economiche. Si chiede poi che vengano ridotti gli interessi sulle sanzioni ritenuti eccessivi e che venga istituito un fondo di garanzia a sostegno delle imprese che sono in difficolta’ transitoria ‘per le pendenze nei confronti di enti di riscossione della Stato’.(ANSA).










Lascia un commento