Ambiente: Carlino, biodiversita’ essenziale per la vita

Roma, 20 MAG (Il Velino) – “Come ogni anno anche questo 22 maggio si commemora l’adozione del testo della Convenzione sulla diversita’ biologica proclamata dalle Nazioni Unite.

Quello della biodiversita’ e’ un tema molto delicato, poiche’ riguarda la difesa del territorio, delle varieta’ animali e vegetali, interessando quindi il patrimonio ambientale, alimentare ed economico”. Lo dichiara in una nota il Presidente della Commissione Ambiente e Cooperazione tra i Popoli della Regionale Lazio Roberto Carlino dell’Udc che aggiunge: “L’Italia e’ poi particolarmente interessata al problema: grazie alla ricchezza e alla biodiversita’ del suo territorio molte realta’ italiane basano la loro economia sul turismo e sul commercio enogastronomico. Fondamentale quindi che si eviti il degrado degli ecosistemi, combattendo contro l’inquinamento industriale, la distruzione di habitat e lo sfruttamento indiscriminato del suolo agricolo. La biodiversita’ e’ celebrata a Roma gia’ da giovedi’ 19 alla citta’ dell’Altra Economia a Testaccio, con il Festival Internazionale audiovisivo della Biodiversita’ organizzato dal Centro Internazionale Crocevia e Mediateca delle Terre, dove ogni giorno sono proiettati documentari, film d’inchiesta e reportage che saranno poi premiati nell’evento di chiusura di domenica, mentre il 22 e il 23 la Commissione Europea promuove un evento gratuito al Bioparco di Roma, dove attraverso attivita’ ricreative, didattiche, pannelli istruttivi e illustrati sara’ spiegata l’importanza della biodiversita’ ad adulti e bambini”.

“Lo scorso 3 maggio la Commissione Europea ha inoltre pubblicato la sua nuova strategia per la biodiversita’, con indicazioni per le soluzioni da adottare per perseguire obiettivi prioritari come ad esempio il ripristino degli ecosistemi danneggiati, l’adozione di un approccio sostenibile nella conduzione delle attivita’ agricole, forestali ed ittiche. La tutela della biodiversita’ del nostro Pianeta – conclude Carlino – e’ un impegno a cui tutti, nessuno escluso, siamo chiamati, poiche’ anche il singolo cittadino con comportamenti dannosi per l’ambiente come l’immissione di sostanze tossiche nell’aria, nell’acqua e nel suolo o l’abbandono di rifiuti ingombranti e pericolosi puo’ danneggiare ed alterare piu’ di quel che pensa l’ecosistema. Mi auguro quindi che tutti prestino maggiore attenzione, anzi migliorino il loro comportamento quotidiano nei confronti dell’ambiente”. –










Lascia un commento