Elezioni: Casini, Agcom?Multe servono a poco, Tg5 non squilibrato

Roma, 23 mag. (TMNews) – “Le multe servono a poco. Non credo che una grande società per 200 mila euro cambi impostazione politica.

Certo c’è una grande disparità però io mi permetterei di dire che non tutti l’hanno avuta, il Tg5 non mi è sembrato così, mi hanno meravigliato di più altri tg”. Così Pier Ferdinando Casini a Otto e mezzo ha commentato la decisione dell’Agcom di multare i Tg che hanno intervistato Berlusconi venerdì scorso.

 

Il leader Udc è però convinto che la presenza in tv “non serve perchè la gente decide da sola” come dimostrano gli ascolti di trasmissioni come quella che lo ospita stasera o come Santoro: “il padrone è chi ha il telecomando – sostiene Casini -, anche il tg di questa rete ha una audience al 10 mentre partiva dal 3-4%”.

 

  </p>

 










Lascia un commento