Sicilia: D’Alia, chiudere fase governo tecnico prima estate

(AGI) – Caltanissetta, 27 mag. – “Il governo regionale e’ un governo tecnico, e’ un governo che doveva innanzitutto invertire la rotta dal punto di vista amministrativo, cosa che ha fatto. Oggi questo governo pero’ non basta piu'”.
Lo ha detto il senatore Giampiero D’Alia, coordinatore regionale dell’Udc, a margine del suo intervento all’Agora’, organizzato dai giovani delle Acli, che si svolge a Caltanissetta. “Noi abbiamo detto – ha sottolineato D’Alia – con molta serenita’ e grande lealta’, che votata la legge Finanziaria che prosegue un’opera di risanamento economico e sociale della Regione e superato il turno elettorale di questo fine settimana, che avremmo chiesto un incontro con i partiti che sostengono questo governo perche’ credo che ci voglia una marcia in piu’ e che si passi dalla fase preriformatrice alla fase riformatrice vera e propria, riempiendo di contenuti l’efficacia e l’azione di questo governo regionale. Lo dobbiamo fare con molta urgenza e prima dell’estate”.
E alla domanda se l’Udc auspichi elezioni anticipate in Sicilia, D’Alia ha replicato che “di tutto hanno bisogno le istituzioni siciliane, tranne che una ripetuta sequenza di elezioni anticipate. Gia’ noi veniamo – ha affermato l’esponente politico dell’Udc – da uno scioglimento traumatico e anticipato della precedente legislatura regionale.

Chiudere anticipatamente questa esperienza, credo che al di la’ della valutazione di carattere politico dal punto di vista istituzionale sarebbe una iattura per i siciliani. Bisogna impiegare utilmente e molto piu’ questi due anni di legislatura dell’Assemblea Regionale Siciliana e bisogna riempire di contenuti veri le riforme altrimenti ci riempiamo la bocca di termini vuoti che non producono effetti nei siciliani”.










Lascia un commento