Tlc: Compagnon, telemarketing? Utenti ancora bersagliati

Roma, 15 GIU (AGV NEWS) – “Avevo gia’ detto che mi sembra ingiusto costringere i cittadini ad iscriversi ad un apposito registro per evitare di essere bersagliati dalle telefonate commerciali, perche’ sarebbe stato piu’ logico imporre all’azienda proponente l’onere di chiedere il permesso di contattare gli utenti. Ma se nemmeno l’iscrizione a questo registro basta a stoppare l’invasione delle comunicazioni pubblicitarie in casa delle persone, passiamo dalla padella alla brace”. Lo dichiara il deputato dell’Udc Angelo Compagnon, che in una nuova interrogazione al ministro dello Sviluppo economico sollecita un giro di vite sul problema delle telefonate commerciali agli utenti privati.

“Nonostante l’iscrizione al registro, gestito da una fondazione che fa riferimento al ministero per lo Sviluppo economico, molti abbonati – denuncia l’esponente centrista – lamentano di ricevere ancora un certo numero di telefonate commerciali da numeri riservati. Tutto cio’ e’ inaccettabile.

Il Governo intervenga verificando il rispetto della volonta’ sacrosanta, chiara e inequivocabile, dei cittadini di non essere disturbati, nemmeno per un secondo, dai call-center”.










Lascia un commento