Province: Mantini, possibile intesa su riforme Udc

(AGENPARL) – Roma, 07 lug – “Dopo il voto conservatore della Camera si può ora sostenere la proposta dell’Udc per la riforma delle province. Lo diciamo in particolare a Bersani ma anche a Calderoli e ad Alfano. La nostra proposta di legge modifica gli articoli 114 e 133 della Costituzione, sopprimendo le Province con popolazione inferiore a 500mila abitanti. Le modifiche costituzionali avanzate sono un buon punto di incontro tra le diverse proposte e impostazioni culturali. Si conservano le Province nella Costituzione ma ne viene molto ridotto il numero, ne sono soppresse ben 77 mentre le maggiori sono trasformate in Città metropolitane. È affidata alla legge dello Stato la nuova disciplina delle funzioni, sulla base di una governance fondata sul coordinamento dei Comuni. Ciò determina un effetto coerente con il proposito di alleggerire il multi level government all’italia na ma anche il riconoscimento, attraverso la legge ordinaria, di una trasformazione in senso funzionale (e non entificato) del governo di area vasta, sulla base del principio costituzionale di sussidiarietà e adeguatezza delle funzioni”. Lo dichiara l’On. Pierluigi Mantini, Responsabile Udc Riforme Istituzionali.










Lascia un commento