Tirrenia: Mereu, no a svendita; appello a tutti i parlamentari sardi

(9Colonne) Roma, 26 LUG – “Come purtroppo avevamo predetto, la svendita di Tirrenia è servita solo a far cassa per lo Stato senza tenere in minima considerazione le giuste aspettative della Sardegna e dei sardi, che da questa vendita si aspettavano servizi migliori e tariffe più basse”. Lo dichiara il capogruppo Udc in commissione Trasporti della Camera, Antonello Mereu. “La svendita di Tirrenia – sottolinea l’esponente centrista – va impugnata in tutte le sedi competenti nazionali ed europee. Nel frattempo, occorre dare una risposta forte che si opponga a questa operazione offensiva dei diritti dei sardi. Occorre conseguentemente che nasca in Parlamento una task-force composta da tutti i parlamentari sardi per impedire una manovra di fatto vantaggiosa solo per la compagnia acquirente, che sborserebbe 380 milioni di euro a fronte di 580 milioni ricevuti come agevolazioni da parte dell’Unione europea, ma svantaggiosa e soprattutto oltraggiosa per i sardi, che verrebbero penalizzati sul fronte della mobilità e del rincaro delle tariffe di cui in queste settimane abbiamo avuto già testimonianza. Leggere certi commenti positivi su questa vendita suscita indignazione. Compito dello Stato è creare le condizioni migliori per lo sviluppo economico e sociale di un territorio. Questa operazione, invece, va nella direzione opposta”.










Lascia un commento