Buttiglione, raccogliere protagonismo cattolici

(9Colonne) Roma, 8 ago – Rocco Buttiglione, presidente dell’Udc, con un’intervista al quotidiano online Affaritaliani.it, parla della nascita del grande partito cattolico a cui sta lavorando: “Ricostituire la vecchia Dc è impossibile. Ma in Italia c’è un nuovo protagonismo del popolo cristiano che capisce che per salvare il Paese c’è bisogno del suo contributo. Inoltre siamo in presenza di un nuovo protagonismo delle categorie sociali. In questi ultimi giorni sono state le parti sociali a convocare il governo e non viceversa.

Imprenditori e sindacati si sono messi d’accordo senza il governo e poi hanno chiamato loro stessi l’esecutivo e anche l’opposizione per concordare le misure necessaria per salvare il Paese. Un protagonismo che in pochi hanno sottolineato”. E aggiunge: “E’ vietato pensare a un partito, partendo magari dall’Udc che è nella posizione più felice per poter dialogare con le realtà di cui parlavo prima, che raccolga il protagonismo etico dei cattolici e il protagonismo sociale dei mondi vitali? Non è vietato e ci si può provare.

Anche perché il berlusconismo è finito a prescindere dalle dimissioni di Berlusconi. La fine di questa fase politica apre un vuoti enorme e chi lo riempie?”. Chi potrebbe confluire in questo nuovo soggetto politico? “Da Fioroni a Pisanu a chi chiunque altro voglia nell’area del Pdl, penso anche allo stesso Alfano. Quando finirà il berlusconismo bisognerà dare a questa area sociale moderata e a questo protagonismo dei mondi vitali un riferimento politico. Noi ci candidiamo a farlo: certo non da soli, ma sapendo che abbiamo bisogno del concorso di tanti altri”.










Lascia un commento