Crisi: Libè, sara’ pagata da ceto medio

(ANSA) – ROMA, 10 AGO – ‘Se vogliamo uscire da questa grave situazione economica i ministri dovrebbero iniziare a stare zitti e lavorare. Oggi apprendiamo con stupore che il ministro Brunetta ha la ricetta per il futuro. Un futuro che per lui e’ iniziato oggi e non tre anni fa quando e’ diventato ministro.

Dov’era in questi anni Brunetta? Oggi si accorge che bisogna riformare le pensioni, abolire le province e rivedere il sistema fiscale. Gli consigliamo una visita per il controllo dell’udito perche’ sarebbe stato sufficiente ascoltare le nostre proposte e i nostri appelli’. Lo dichiara il deputato e responsabile Enti locali dell’Udc, Mauro Libe’.

‘Nel frattempo – prosegue l’esponente centrista – il Paese si e’ ritrovato in una situazione grave che dovra’ essere pagata da quel ceto medio che, a parole, Brunetta diceva di voler difendere. La nostra disponibilita’ ad aiutare l’Italia e’ chiara e trasparente, ma crediamo che le difficolta’ siano evidenti e quanti ne hanno avuto la maggiore responsabilita’ dovrebbero avere il buon senso di tacere senza continuare a prendere in giro chi, un tempo, li ha votati’.

 

 










Lascia un commento