Manovra: Occhiuto, non ci piace ma massimo per governo

(ANSA) – ROMA, 13 AGO – ‘Questa manovra supplementare, che non ci piace, e’ semplicemente il massimo possibile per questo Governo, frastornato com’e’ tra divisioni interne, diktat della Lega e incertezze sul suo futuro politico. Rimane da capire pero’, e dovrebbe farlo soprattutto il centrodestra, se questo Governo e’ il massimo possibile per l’Italia nella crisi attuale, che pretenderebbe lucidita’, coraggio e autorevolezza dalla politica’. Lo afferma Roberto Occhiuto (Udc), vicepresidente della commissione Bilancio di Montecitorio.

‘Nella manovra, infatti, invece di interventi strutturali per la crescita, Berlusconi e Tremonti tagliano investimenti importanti, come quelli per la banda larga e le risorse Fas – aggiunge – Ancora una volta annunciano interventi piu’ suggestivi che realmente utili e fanno pagare il conto piu’ salato alle famiglie e ai ceti medi, esonerando i super ricchi.

E’ vero che mentre il treno sta deragliando non serve prendersela col macchinista, ma forse anche il macchinista dovrebbe capire che da solo non puo’ farcela’. (ANSA).










Lascia un commento