Manovra: Scanderebech, sindacati la vera casta privilegiata

ROMA (ITALPRESS) – “Manovra, gli unici soddisfatti e privilegiati sono i sindacati, che nei giorni scorsi avevano preannunciato scioperi qualora si fosse intervenuti sul sistema pensionistico. <p> Come se non bastasse, nel decreto e’ previsto che la regia del diritto del lavoro passa in mano ai Sindacati e la contrattazione aziendale, inoltre, acquista forza di legge”. Lo afferma in una nota Deodato Scanderebech dell’Udc. “Ricordo che il sindacato e’ stato istituito col compito di essere un soggetto responsabile, capace di farsi carico degli interessi generali del Paese – aggiunge -. Invece, in un momento di difficolta’ come quello attuale in cui e’ importante essere uniti, loro minacciano una mobilitazione generale , manifestando cosi’ ricatto e potere di veto ad ogni tipo di riforma che permetta di contrastare la crisi e avviare la crescita dell’Italia”. “Cosi’ facendo – continua Scanderebech – le tre grandi centrali confederali, in realta’ fanno gli interessi solo dei loro iscritti, sempre piu’ marginali rispetto al sistema produttivo nazionale, ai quali sacrificano il bene collettivo, mettendosi ostinatamente di traverso rispetto a qualunque riforma che rischi di intaccare uno statu quo fatto di privilegi. Si comportano quindi come un’arrogante casta iperburocratizzata e autoreferenziale che, sotto la guida di funzionari in carriera sollecitati dalla voglia del grande salto nel mondo della politica, ha via via perso il contatto con il paese reale”.

 

 










Lascia un commento