Carceri: Rao, bene Nitto Palma su depenalizzazione reati

Roma, 14 ago. (TMNews) – “Le parole di ieri del Ministro della Giustizia Nitto Palma sono un significativo segnale di discontinuità rispetto al passato. Vanno valutate con la necessaria prudenza, visti i precedenti, ma senza pregiudizi e consapevoli che anche dall’emergenza giustizia in Italia o si esce insieme o non si esce”. Lo afferma Roberto Rao, capogruppo Udc in commissione Giustizia a Montecitorio.

“Anche quest’anno l’Udc partecipa alla campagna di sensibilizzazione sull’emergenza carceri promossa dai radicali. Casini visiterà l’istituto di Lecce e altri parlamentari saranno in altre strutture italiane”, continua.

“Occorre maggiore consapevolezza da parte di tutte le forze politiche che siamo di fronte ad un’emergenza che va superata con un pacchetto organico di provvedimenti ad iniziare da tre questioni: depenalizzazione dei reati minori, utilizzo di misure alternative e riduzione della carcerazione preventiva – continua Rao – Ancora oggi quasi la metà della popolazione carceraria è in attesa di giudizio definitivo e, mentre siamo ancora in attesa di conoscere le prospettive del fantomatico piano-carceri, restano inattuate una decina di mozioni approvate a larga maggioranza dal parlamento”.

“Finora, ad eccezione di qualche provvedimento come ad esempio la ‘legge sulle detenute madri’, hanno prevalso gli slogan, l’introduzione di nuove fattispecie di reato che hanno amplificato il problema come il reato di immigrazione clandestina, solo per mostrare la ‘faccia feroce dello Stato’ e dare un contentino alla Lega”, conclude il deputato Udc.

 

 










Lascia un commento